Salta al contenuto

Palazzo Pretorio

Il primo edificio che si incontra sulla destra, ristrutturato nell'Ottocento, è il Palazzo pretorio, per anni sede dell'amministrazione comunale, oggi di pertinenza dell'Enel: viene utilizzato, nel periodo estivo, per ospitare mostre e, al piano terra, come sede dell'Ufficio turistico e della Pro Loco.

Sulla facciata, campeggia lo stemma degli Sforza, ed una lapide in peperino ricorda la visita del Cardinale Borromeo.

Costruzione moderna invece è la "fonte dei serpi" che sorge dove, fino alla II guerra mondiale, risaltava la lapide con i risultati del Plebiscito per l'annessione al Regno d'Italia, distrutta a colpi di mitraglia dai soldati tedeschi in ritirata. Proseguendo si incontra un bel portale con arco a sesto acuto di stile senese.

Pagina seguente: Le torri