Salta al contenuto

Piazza San Michele

Un tratto di pochi metri separa piazza dell'Olmo da piazza San Michele (raggiungibile anche dalla piazza centrale seguendo la via omonima) dominata dalla statua in peperino del santo che calpesta il demonio (secolo XVII), collocata su un portichetto d'ingresso ad arco a tutto sesto su pilastri.

San Michele è l'unico santo angelo del calendario cristiano. Il suo culto fu favorito e diffuso dai Longobardi che ne esaltavano la figura di angelo guerriero (è infatti rappresentato con una spada in mano e coperto da un'armatura). È considerato un santo protettore dei raccolti autunnali – le castagne e l'uva – ma anche dei luoghi di montagna, di acqua e dell'autunno. Il 29 settembre, in occasione della sua festività, si accendeva una grande carboniera (il fuoco che purifica e scaccia il male) come segno augurale per il buon raccolto.

Pagina precedente: Piazza dell'Olmo

Pagina seguente: Via delle mura