Salta al contenuto

La Porta di San Michele

Porta San MicheleLa Porta di San Michele, a sesto acuto con tre mensole esterne, divide il Terziere del Borgo da quello sottostante di Montecatino, che rappresenta la parte più nuova della parte vecchia.

Il Terziere è a sua volta suddiviso in tre nuclei fondamentali: la Peschiera con la chiesa della Madonna delle Nevi, l’insediamento abitativo a maglia regolare, organizzato a partire da un asse rettilineo parallelo al muro di cinta della Peschiera, sul quale confluiscono vicoli ortogonali disposti a pettine, e l’area del corso superiore della Fiora lungo cui, sfruttando la forza motrice dell’acqua, erano sorti, già dal ’500, impianti preindustriali e manifatture (una ferriera che lavorava ematite elbana, una fabbrica di chiodi, due gualchiere per la lavorazione della lana, una tintoria, una fabbrica per la polvere pirica e vari mulini).

Pagina seguente: La Peschiera