L’albero del Maggio

Una festa apertura primaverile, da far risalire agli antichi culti agrari propiziatori, giorno d’inizio del ciclo stagionale, è quella dell’albero del maggio (la notte tra il 30 aprile e il 1 maggio).

Un abete alto fino a 20 metri, scortecciato e privato dei rami viene issato al centro della Piazza di Santa Fiora, ma anche nelle frazioni (oggi solo in quella di Bagnore), intorno al quale bere, cantare, ballare, per salutare l’arrivo del nuovo mese.