Castel Nuovo dell’Abate (31km)

Le prime testimonianze di stanziamenti in questo territorio risalgono all’epoca pre-etrusca.

Il paese nasce come possedimento dell’Abbazia di Sant’Antimo e sembra essere divenuto castello agli inizi del XIII secolo. Il grazioso borgo è circondato dalle numerose aziende vinicole produttrici del pregiato
Brunello di Montalcino e da un panorama unico.

Cosa vedere a Castel Nuovo dell’Abate

  • Abbazia di Sant’Antimo: La leggenda vuole che nell’818 fu proprio Carlo Magno a deciderne la costruzione. L’Abbazia si presenta come un complesso monastico olivetano e presenta una delle architetture più importanti del romanico toscano. Fu costruita in onore di Sant’Antimo di Arezzo, di cui tutt’oggi i monaci ne conservano le reliquie.
  • Pieve dei Santi Filippo e Giacomo: Si documenta l’esistenza di questa chiesa già nel VIII secolo, ma in seguito alla sua distruzione nel XIV secolo, è stata ricostruita in epoca tardoromanica. E’ il principale luogo di culto del paese.
  • Palazzetto Bellanti: Esistente dal 1412 fu fatto restaurare da Fabio De’ Vecchi, vescovo di Montalcino. La famiglia Bellanti era inoltre proprietaria del Castello di Velona, poco lontano dal borgo.

Cosa fare a Castel Nuovo dell’Abate

Servizi

Maggiori informazioni

it.wikipedia.org/wiki/Castelnuovo_dellAbate