Piancastagnaio (12.6 km)

Piancastagnaio è arroccato su un ripiano che domina la valle del Paglia e la Cassia e difeso da poderose mura medievali a tratti ottimamente conservate. Fu governato da molti sovrani, tra i più importanti gli Aldobrandeschi di Sovana, la Repubblica di Siena e Firenze (1440) e il Marchese di Bourbon.
Il borgo di Piancastagnaio è suddiviso in quattro contrade storiche: Borgo, Castello, Coro e Voltaia, protagonisti il 18 agosto, dal 1954 del Palio di Piancastagnaio, una corsa di cavalli a pelo tra le quattro Contrade del paese. L’atro evento caratteristico è il Crastatone, festa dedicata alla castagna e ai prodotti tipici che ne derivano, in cui si possono trovare musica e mercatini d’artigianato.

Cosa vedere a Piancastagnaio

  • Rocca Aldobrandesca: Sapientemente restaurata la Rocca è conservata benissimo. Presenta una forma di quadrilatero protetta da murate fortemente scarpate. Dotata di due torri, una con funzione difensiva e l’altra con funzioni di cassero aveva la funzione strategica di difendere il paese. Perla all’occhiello del paese.
  • Palazzo del Marchese: Costruzione unica nel Gran Ducato di Toscana è una residenza nobiliare. Non visitabile all’interno a causa di lavori di ristrutturazione, ma bellissimo nella sua imponenza.
  • Piazza dell’Orologio: Tra la Rocca e la chiesa di Santa Maria è il centro della vita paesana. Accoglie il Palazzo Comunale e Palazzo del Podestà. Singolare la Torre dell’Orologio.
  • Chiesa della Madonna delle Grazie: Apprezzata per il suo campanile, presenta opere riconducenti a Nanni.
  • Chiesa di San Filippo Neri: In origine dedicata alla Santa Croce, quindi (1577) sede della Compagnia del Santissimo Nome di Gesù. L'attuale dedicazione risale a dopo il 1796, quando vi fu trasferito l’oratorio notturno di San Filippo Neri. Ammirabili opere di stampo nasiniano.
  • Pieve di Santa Maria de Cuntaria: È documentata dal 1188. L'ingresso è posto nel lato sinistro, dove restano alcune monofore. Singolare è la cappella del Santissimo Sacramento in stile barocco con affreschi di notevole valore artistico.
  • Santuario della Madonna di San Pietro: Importante luogo di culto dal 1583, in seguito a eventi miracolosi attribuiti all'immagine della Vergine. Nell'interno si trova una numerose opere di Francesco Nasini di cui la più celebre è la raffigurazione dei Novissimi (1641). Sull’altare maggiore è conservata la venerata immagine della Madonna (1580) di Martino d’Urbano da Celia.
  • Convento di San Bartolomeo: Costituito da tre edifici a U e un grazioso chiosco ospita un bellissimo affresco rappresentante San Bernardino.

Da vedere nei dintorni

Musei

  • Villaggio Minerale del Siele : www.parcoamiata.com
  • Intrattenimento: Teatro Comunale www.parcoamiata.com
  • Maneggi: Maneggio CerretaleStrutture Sportive: Campo Sportivo- Campo da Tennis e Pallavolo- Laghetto Pesca Sportiva

Servizi

  • Farmacia: Via Antonio Gramsci 41, tel. 0577/786032
  • Biblioteca Comunale: Via Camillo Benso di Cavour 17, tel. 0577/784049
  • Ufficio Turistico: Via Garibaldi 1, tel.0577/784134, web. http://www.prolocopiancastagnaio.it

Maggiori informazioni

it.wikipedia.org/wiki/Piancastagnaio
www.comune.piancastagnaio.siena.it
www.prolocopiancastagnaio.it