Chiusi (62Km)

Ricche scoperte archeologiche suggeriscono che la città di Chiusi fosse abitata sin dall’età del ferro intorno al VIII secolo a.C. e che avesse un ruolo di rilievo grazie alla sua posizione che consentiva il collegamento di Roma con l’ Etruria. L’etimologia del nome rimanda a Cluso, divinità etrusca che si dice abbia fondato la città. Nel corso della storia Chiusi ha mantenuto la sua posizione dominante ed è stata apprezzata da più famiglie illustri.

Cosa vedere

Duomo: La Concattedrale di San Secondiano risale al VI secolo ed ha subito nel tempo varie ristrutturazioni che hanno portato all’aspetto attuale. Gli affreschi al suo interno rimandano ai santi martiri sepolti nelle catacombe clusine e nella navata sinistra è conservata la sepoltura di Santa Mustiola.
Catacombe di Santa Mustiola e di Santa Caterina e : Sono le uniche due catacombe individuate nella Toscana continentale. La prima di notevoli dimensioni fu alla base di una basilica successivamente demolita, molto bella la cripta sotterranea con arredi arcaici e cunicoli sostenuti da antichi mattoni. La Catacomba di Santa Cristina d’Alessandria risale al II secolo ed è composta da due ipogei pagani più antichi, si trova in un contesto molto suggestivo ed è caratterizzata da particolari stipiti nell’antica porta d’ingresso.
Tombe Etrusche: Le tombe etrusche visitabili sono poche, in particolare si segnalano le tombe Leone, Scimmia, Pellegrina e Colle.
Labirinto di Porsenna: Era un sistema di approvvigionamento idrico etrusco ma la leggenda popolare lo identifica come il sepolcro di Porsenna di cui i cunicoli sarebbero la protezione. Il percorso è arricchito da varie iscrizioni e urne in marmo, alabastro e travertino.

Da vedere nei dintorni

Lago di Chiusi: E’ un’area protetta ANPIL e ospita una delle maggiori garzaie del centro Italia. E’ punto di sosta di numerose specie di uccelli migratori ed è un ecosistema adatto per crostacei alloctoni.

Cosa fare

Servizi

Maggiori informazioni

it.wikipedia.org/wiki/Chiusi
www.comune.chiusi.si.it